mynetx

Egitto: si torna online!

Sarete sicuramente al corrente della situazione critica che in questi giorni sta stravolgendo l’Egitto. Pare tuttavia che il paese stia pian piano tornando ad essere connesso con il resto del mondo, o almeno città come il Cairo o Alessandria hanno riavuto il diritto alla connessione web. Niente da fare purtroppo per i social network come Twitter, ai quali è possibile accedere solo mediante escamotage o forzature del sistema di isolamento.

Ethernet plug

Dopo le violente proteste e gli scontri, l’accesso ad Internet è stato parzialmente ripristinato dal giorno 2 Febbraio, ma non è ancora chiaro il perchè di questa mossa da parte del governo. Città come Il Cairo possono accedere ad al web solo attraverso server Egiziani, controllati e filtrati…

I primi siti ad essere stati nuovamente raggiungibili appartengono a importanti compagnie telefoniche come Vodafone, Orascom Telecom.

Il regime di Husni Mubarak ha tenuto l’intero paese isolato dal mondo esterno per diversi giorni, nel tentativo di ammutolire le proteste di oltre 85 milioni di cittadini Egiziani. Non solo il mezzo wireless ma anche quello LAN è stato interrotto, per evitare il diffondersi della protesta.

E’ assurdo pensare di poter nascondere la realtà dei fatti inibendo servizi come Twitter, Facebook e Gmail, perchè le ingiustizie e i disagi creati sono sotto l’occhio di tutti ormai da tempo. Moltissimi cittadini Egiziani hanno comunque trovato il modo di usare questi servizi, mediante proxy server. Inoltre Google stesso ha creato un servizio per condividere il proprio stato su Twitter mediante semplici SMS, da inviare a uno dei numeri internazionali +1.650.419.41966 o +39 06 2.207.294 o +97.316.199.855. I messaggi ricevuti da questi numeri vengono immediatamente pubblicati usando lo stesso tag “egypt”. Insomma, nessuno ci sta a tali regole proibitive e Google ha ufficialmente annunciato questo servizio definendolo un piccolo progetto venuto su dalla collaborazione con un gruppo di esperti di Twitter, Google e SayNow,  una delle ultime compagnie recentemente acquisite da Google.