mynetx

Windows Live: “Ecco cosa significa tenervi in contatto con il mondo” (Harrison Hoffman, Microsoft)

E’ trascorso un bel pò dall’ultima intervista di questo tipo, e le cose ultimamente sono cambiate parecchio! Prendete per esempio i profondi cambiamenti e l’evoluzione che c’è stata con Windows Live Wave 4, segnale chiaro che la forza dei social network ad oggi non ha rivali.

Harrison HoffmanIl nostro ospite oggi è Harrison Hoffman. Un Product Manager in Microsoft, e soprattutto un grandissimo estimatore di Windows Live. Quale miglior personaggio potrebbe dunque illustrarci il suo punto di vista?

Klaus: Harrison, è un piacere averti qui oggi con me per fare quattro chiacchiere su Windows Live!

Harrison: Ciao Klaus, il piacere è tutto mio!

Klaus: Bene, iniziamo subito con la prima domanda.
Qual’è la frase che ti descrive meglio?

Harrison: Se parliamo del mio ruolo alla Microsoft, il mio obiettivo è aiutare le persone a scoprire tutte le fantastiche cose che si possono fare con Windows Live, e mi occupo anche di far si che il nostro prodotto rispecchi ciò che la gente vuole. Per ciò che riguarda la mia vita privata, mi sono laureato da poco, vivo a Seattle, amo la musica i viaggi ee lo sport.

Klaus: Eri uno dei co-fondatori di LiveSide.net, un sito d’informazione su Windows Live. Cosa ti spinse ad iniziare quel progetto nel Gennaio 2006?

Harrison: Beh, già prima del 2006 mi ero sempre interessato nel provare diverse beta dei prodotti Microsoft, tra cui diverse versioni di MSN. Ho conosciuto diversi beta tester come me e quando abbiamo visto che la Microsoft stava dando vita ad un macro-progetto chiamato Windows Live, abbiamo pensato che quella era la nostra opportunità per dare informazioni a tutti su di esso. Così a Gennaio, io, Chris Overd, e Matthew Weyer lanciammo LiveSide, con Kip Kniskern (l’attuale Managing Editor) .

Klaus: Avresti mai immaginato che Windows Live sarebbe diventato uno dei più importanti progetti di Microsoft per Windows? E perchè?

Harrison: Sapevo certamente che Microsoft avesse qualcosa di importante tra le sue mani, ed è per questo che decisi di dedicare un intero sito di informazione per Windows Live , che chiamai appunto LiveSide. Da fuori sembrava ovvio che ci fossero un sacco di interesse verso questi prodotti, e allora io ci ho creduto fortemente sin dall’inizio. Anche quando vedevamo progetti assurdi, ma oggi ormai affermati come i servizi Cloud, noi abbiamo sempre creduto fortemente in quei concept.

Klaus: Cos’hai pensato la prima volta che hai usato Windows Live Messenger?

MSN Messenger 6Harrison: Il mio primo approccio con Messenger è stato con l’ormai obsoleta versione 6, che all’epoca era conosciuta come MSN Messenger. All’epoca non era molto famoso in U.S. e la mia prima impressione fu “Ma perchè i miei amici non lo usano? E’ molto più pulito e chiaro di AIM.” Mi ha dato da subito l’idea di un prodotto solido e dalle mille potenzialità.

Klaus: Oggi che sei passato da cronista esterno a membro interno in MS, com’è cambiato il tuo rapporto con Windows Live?

Harrison: Beh, sicuramente non è la stessa cosa di prima, ma non posso dire che il mio punto di vista è cambiato nei confronti di Windows Live. Continuo a pensare ciò che pensavo prima su questi prodotti, e quando li uso tutti insieme mi meraviglio di quante potenzialità offrano agli utenti. E’ a mio parere l’esempio lampante di come l’unione di prodotti validi restituisca mille vantaggi.

Klaus: Molte persone stanno passando a Windows Live 2011 (Wave 4). Cosa ti piace di più di questa nuova sfida?

Harrison: Sinceramente penso che abbiamo rilasciato uno dei prodotti più forti e validi sul mercato. Se dovessi dirti cosa secondo me è davvero strabiliante, beh ti dico la nuova funzione di riconoscimento facciale e tag automatico delle persone in Photo Gallery, unita alla funzionalità di caricamento istantaneo delle foto stesse su Facebook. Sembrava assurdo il fatto che tu potessi scattare foto, caricarle e organizzarle su Photo Gallery con due click, riconoscere e taggare i tuoi amici in maniera del tutto automatizzata e caricare tutto su Facebook, eppure ci siamo riusciti! La cosa fantastica è che non servono procedure da smanettoni o da fotografi professionisti, perchè la procedura è SEMPLICISSIMA! Lo strumento di Tag è immediato e intuitivo, e direttamente integrato con Facebook.

Windows Live Photo Gallery

Klaus: Negli ultimi 2 anni l’attenzione è passata dalla Messaggistica Istantanea al Social Network. Come evolverà questa situazione? E come cambierà Messenger?

Harrison: Non direi che abbiamo ormai abbandonato la messaggistica istantanea poichè pensiamo che essa sia molto importante e che ci sono ancora tantissime persone che amano chattare con amici e parenti. Sicuramente abbiamo considerato il fattore social e per questo lo abbiamo integrato in Messenger 2011. E’ più corretto affermare che abbiamo dato più completezza al progetto piuttosto rimpiazzarlo. Siti come Facebook sono ormai una grossa parte della vita quotidiana della gente, ma sono sicuro che anche Messenger lo sia ed è sbagliato pensare che sia ormai superato.

Klaus: Quali sono i tuoi desideri pr Windows Live Wave 5— perchè ci sarà un seguito vero?

Harrison: Sono un grandissimo fan del web e del suo sviluppo, mi piace soprattutto il suo aspetto sociale. Ci sono tantissime possibilità e opportunità per tutti e mi piacerebbe vedere Windows Live che continua il suo sviluppo integrando sempre nuovi servizi del web, così come abbiamo di recente fatto con l’ Active Views in Hotmail o Facebook in Photo Gallery/Movie Maker e Messenger. E’ il genere di cose che mi affascina, e se posso darvi un piccolo anticipo… ne vedrete delle belle! 🙂

Klaus: Si guarda avanti allora!! Apprezzo molto la tua cortesia e disponibilità nel chiacchierare con me =)

Harrison: Ti ripeto, il piacere è mio Klaus!

Se siete interessati sull’attività di Harrison con Windows Live, potete seguirlo su Twitter: @harrisonhoffman.